Storia - Copia - televalleolona

Vai ai contenuti

Menu principale:

Marnate
Marnate nella storia

I primi abitanti della zona di Marnate furono tribù liguri: ancora oggi si nota, infatti, una certa affinità fra alcuni vocaboli dialettali e la parlata ligure. Sopravvenute nuove migrazioni da nord e da ovest e diffusasi l’agricoltura il fiume divenne la via più facile per gli scambi con le tribù vicine. Al tempo dei romani a Marnate sorgeva un porto fluviale militare l’Olona costituiva un importante tramite di comunicazione con le Gallie. Nel 1972, nella zona ai piedi della collina di Nizzolina alta, si rinvennero interessanti reperti archeologici, che stavano ad indicare la presenza di un piccolo cimitero risalente al 300 a.C. Il primo documento nel quale compare il nome di Marnate è una lapide del 1072, ora conservata nel Museo Archeologico di Milano. Marnate compare inoltre (con il suo antico nome – Marna) in un affresco all’interno del Palazzo Apostolico (Città del Vaticano), affresco che raffigura molto dettagliatamente tutti i centri abitati della penisola italiana del seicento. Nel 1176 l’imperatore Federico Barbarossa, rimasto ferito dopo la battaglia sul Ticino e passato in Valle Olona, si fermò a Marnate a ricevere i primi soccorsi. Nel 1630 anche questo paese fu colpito dalla peste e per l’occasione venne costruito il lazzaretto, proprio
in valle.
Torna ai contenuti | Torna al menu